Comunicato Stampa – Cessazione della fornitura del gas? Si, ma informati!

La giustizia ha fatto il suo corso e il cittadino ha visto, finalmente, riconosciute le sue ragioni. Lo afferma Adicu aps, commentando la sentenza del Giudice di Pace di Roma n. 1350/20 che ha dichiarato non dovute le somme recate dalle fatture emesse dall’Acea Energia,  affermando, altresì,  che il consumatore ha diritto ad essere informato per l’esecuzione dell’intervento di distacco della fornitura qualora richieda la disattivazione del contattore non accessibile e la cessazione del rapporto contrattuale.  Già sul punto si era espressa l’ARERA deliberando l’obbligo per venditore e distributore locale di informazione al consumatore.

In questa prospettiva l’Autorità Giudiziaria ha ulteriormente chiarito che dell’informativa in parola ne deve essere data prova non essendo sufficiente la mera dichiarazione del mancato intervento.

Una sentenza che spiana la strada a tutti gli altri procedimenti in corso in Italia chiarendo il ruolo fondamentale dell’informativa al consumatore che non può essere superato, giacché diversamente si determinerebbe l’illegittima continuazione della fatturazione.

L’Associazione è aperta per raccogliere segnalazioni dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 19 al numero 06.88642693 ed è possibile, inoltre, inviare una mail per richiedere assistenza all’indirizzo segreteria@adicu.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: