ADICU 2Ufficio Stampa

Consumi del Gas di colpo raddoppiati?

Ecco come verificare se il contatore elettronico del gas funziona correttamente.

Come essere sicuri che i conteggi del contatore elettronico del gas siano giusti? È possibile farlo controllare e, se si, quanto costa?

Da qualche mese ADICU aps sta ricevendo segnalazione di parte degli utenti che lamentano un aumento significativo sui consumi della loro fornitura di gas. La prima cosa che immaginiamo: “che sono i soliti aumenti dovuti al periodo storico economico!”.

Ma forse non è solo questo.

Avete mai pensato che il vostro contatore possa essere difettoso già prima dell’istallazione? Vediamo come verificare se il contatore del gas funzione correttamente tramite pochissime operazioni da eseguire:

  • Individuare il proprio contatore elettronico del gas e la manopola gialla che gestisce l’afflusso del gas nel contatore (vedi cerchio rosso nella figura);

  • Una volta individuato ruotare la manopola in senso orario per chiudere l’afflusso del gas (vedi cerchio rosso nella figura);

  • Effettuata l’operazione di chiusura della fornitura dobbiamo andare a premere il tasto verde sul display del contatore per vedere la lettura del consumo. Una volta segnata la lettura attendere circa 20 min.;
  • Passati i 20 min. eseguire nuovamente la lettura del consumo sul vostro contatore se è uguale a quella precedente il contatore funziona correttamente ma sono i vostri consumi giornalieri che sono alti. Se invece il contatore segna una lettura maggiore di quella che avete preso in precedenza, allora il contatore ha un difetto di fabbricazione e segna consumi mai effettuati;
  • Fatte tutte queste operazioni ricordatevi di riportare la manopola gialla nella posizione di partenza per riaprire l’afflusso del gas altrimenti non potrete utilizzarlo.

Che cosa fare se il contatore è difettoso?

La prima cosa da fare è registrare un filmato con il vostro telefono cellulare facendo vedere chiaramente che il contatore, anche se non riceve l’afflusso del gas, continua a segnare consumi inesistenti: in pratica dovete ripetere le operazioni fatte in precedenza per la veridica.

Successivamente, inviare formale reclamo alla società di Vendita, al Distributore Locale e all’AGCM, in cui dovete spiegare la problematica e richiedere: 1) la verifica e/o sostituzione del contatore elettronico; 2) la rettifica dei consumi pagati nelle fatture precedenti in base a quanto avete registrato nella verifica fatta in precedenza.

La società di Vendita e il Distributore hanno a disposizione 40 gg. per rispondere ed effettuare l’intervento di verifica; in caso contrario, scaduto questo termine potete richiedere ad ADICU aps di essere assistiti nella presentazione della domanda di conciliazione.

Per quanto riguarda il costo della verifica del contatore, è gratuita se il contatore elettronico è realmente difettoso, oppure agevolata negli altri casi. Tutto dipende dal dispositivo e dal suo funzionamento, e varia a seconda della zona dove si abita.

La normativa stabilisce l’obbligo di pubblicare, sui siti web delle aziende distributrici di gas della zona, i costi per la verifica dei contatori.

Di seguito vi forniamo la bozza di reclamo/diffida da inviare via pec o raccomandata a/r. Per informazioni ed assistenza per la compilazione e/o invio dei reclami, gli utenti possono contattare una delle sedi di ADICU presenti il sito internet dell’associazione al link: www.adicu.it oppure contattare il numero 06.88642693 o via mail segreteria@adicu.it.


SCARICA IL RECLAMO in PDF 

Views: 1009

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.